SGA E ODG ABRUZZO SU PIANO DI RISTRUTTURAZIONE ANSA

Il preannunciato piano di ristrutturazione dell’ANSA che individua 65 esuberi tra i giornalisti e 35 tra i poligrafici, viene giudicato inaccettabile e irricevibile nella forma e nella sostanza dai vertici e dai rappresentanti del Sindacato e dall’Ordine dei Giornalisti Abruzzesi. Nel corso di una riunione congiunta nella sede di Pescara dell’ANSA Abruzzo e Molise – al quale hanno partecipato oltre al segretario del Sga, Paolo Durante, il presidente dell’Odg Abruzzo, Stefano Pallotta, il componente della Giunta Fnsi e Esecutivo Usigrai, Ezio Cerasi, il tesoriere dell’Odg nazionale, Nicola Marini, il consigliere nazionale Fnsi, Marco Patricelli, il consigliere regionale dell’Odg e fiduciario Casagit, Donatella Speranza, il presidente della Commissione Contratto Usigrai, Fabrizio Masciangioli e il fiduciario regionale Inpgi, Antimo Amore – il piano dei tagli avanzato dall’Azienda è stato respinto sotto ogni suo aspetto, in quanto privo di ogni progettualità di risanamento e finalizzato a far ricadere sui soli lavoratori il peso di linee editoriali confuse e velleitarie, capaci solo di operare in direzione di un radicale ridimensionamento degli organici a totale scapito della qualità e della quantità dell’informazione.
L’ANSA Abruzzo e Molise è un patrimonio collettivo inalienabile e un baluardo non oltrepassabile dell’informazione professionale, onesta, veritiera e tempestiva che non può essere né sacrificata né svenduta per mascherare le incapacità e i fallimenti gestionali. Sindacato e Ordine dei Giornalisti Abruzzesi sono senza riserve al fianco dei colleghi dell’ANSA in ogni iniziativa che sventi il progetto di smantellamento e non lasceranno nulla di intentato per impedire l’ennesimo attacco al diritto dei cittadini a essere informati e del dovere della stampa libera di informare.

Questa voce è stata pubblicata in news. Contrassegna il permalink.