LAVORATORI AUTONOMI E MULTA PER PRELIEVI INGIUSTIFICATI AL BANKOMAT D. FIORITI: “E’ INCOSTITUZIONALE. PORTEREMO L’ARGOMENTO IL 27 PV ALLA COMM NAZ. LAV. AUT. FNSI. HA RAGIONE CONTRIBUENTI ITALIANI!”

“La sanzione prevista dal comma 7 bis della delega fiscale (in via di approvazione definitiva) che introduce la multa dal 10 al 50 per cento per i lavoratori autonomi che prelevano soldi al bancomat senza giustificazione è incostituzionale in quanto viola lo Statuto dei diritti del contribuente e gli art. 3, 23, 53 e 97 della Carta Costituzionale. Ha ragione Contribuenti Italiani. Porteremo la questione all’attenzione della commissione nazionale lavoro autonomo FNSI, prevista per il prossimo lunedì 27, attraverso la nostra componente nazionale Candida de Novellis.”

Così Donato Fioriti, Presidente Regionale Lavoratori Autonomi S.G.A. (Sindacato Giornalisti Abruzzesi)

“Il prof. Vittorio Carlomagno (Tributarista e giornalista pubblicista), Presidente Naz.le dell’ass. dei consumatori Contribuenti Italiani, ha pienamente ragione- spiega Fioriti – Ha richiamato a buon diritto il Governo al rispetto dello Statuto e della sentenza della Corte Costituzionale n. 228/2014.

“Con Lo Sportello del Contribuente – conferma il dott. Ernesto D’Onofrio, Direttore per l’Abruzzo di Contribuenti Italiani, – cerchiamo anche territorialmente di garantire i diritti previsti dalla L. 212/00. Come sezione abruzzo, siamo al fianco della nostra dirigenza nazionale e dei lavoratori autonomi del sindacato giornalisti abruzzesi. È’ importante per il Governo ed il Legislatore non ledere il principio di collaborazione e buona fede con i contribuenti, per non compromettere definitivamente la tax compliance”.

Questa voce è stata pubblicata in news. Contrassegna il permalink.