FNSI E USPI FIRMANO IL CONTRATTO: ANCHE PER IL WEB ARRIVANO LE REGOLE

I rappresentanti delle Associazioni di stampa dopo la firma del contratto

I rappresentanti delle Associazioni di stampa dopo la firma del contratto

Anche il web ha da oggi il suo contratto di lavoro: è quello firmato da Fnsi e Uspi che, per la prima volta, stabilisce regole anche per i giornalisti che lavorano nelle testate on line. Un sistema per estendere garanzie ad un’area professionale che fino ad oggi di garanzie ha solo sentito parlare.Il contratto, che avrà la durata di due anni,  regola i rapporti di lavoro giornalistico svolti “nelle testate periodiche di informazione a diffusione locale

nonché nelle testate a diffusione nazionale no profit, pubblicate anche online, quanto non siano collegate con aziende editrici di quotidiani o con gruppi editoriali che rientrano nel campo di applicazione del contratto Fieg-Fnsi”.
L’applicazione sarà possibile anche nelle aziende esclusivamente digitali che pubblichino notizie a prevalente interesse locale, con esclusione degli “over the top” e a patto che non siano controllate o collegate con aziende editrici o gruppi editoriali nazionali e agenzie di stampa, che rientrano nel campo di applicazione del contratto Fieg-Fnsi.
Il nuovo contratto, che recepisce le indicazioni e i suggerimenti maturati nel corso di un articolato e partecipato dibattito che ha impegnato segreteria, giunta esecutiva e Associazione regionali di Stampa, introduce regole, diritti e tutele per colleghi che fino ad oggi non hanno potuto godere di alcuna forma di garanzia.
Tra le novità, il riconoscimento come lavoro giornalistico di una serie di figure rofessionali che si sono sviluppate nelle piattaforme digitali e multimediali.

Questa voce è stata pubblicata in Locale, Nazionale, news e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.