ATTACCHI ALL’INFORMAZIONE, ANCHE UNA DELEGAZIONE SGA ALLA MANIFESTAZIONE DI ROMA /FOTOGALLERY

L'intervento del segretario Sga Ezio Cerasi

L’intervento del segretario Sga Ezio Cerasi

Giornalisti italiani di nuovo in piazza contro gli attacchi di alcuni esponenti del governo al pluralismo dell’informazione e per difendere la dignità del lavoro dei cronisti e i valori racchiusi nell’articolo 21 della Costituzione. «Il ministro di Maio ci ha convocato per oggi al Mise e noi siamo oggi davanti al ministero a ribadire il nostro no al precariato e il nostro sì al pluralismo dell’informazione. Ci è stato detto che si sarebbe parlato di equo compenso e precari, ma come si può parlare di lotta al precariato con chi lavora a interventi che creeranno più disoccupazione e più precariato? Interventi che costeranno il posto di lavoro a mille colleghi?», ha esordito il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso.
«Se si convocano parti definite in precedenza ‘sciacalli’ e altro, prima bisogna fare un passo indietro, chiedere scusa, soprattutto a quei colleghi che sono pronti a mettersi a rischio pur di non rinunciare a informare. Senza rispetto e legittimazione reciproca, non ci si può sedere al tavolo. Oggi con Ordine e sindacato erano state convocate anche fantomatiche associazioni di precari: forse qualcuno pensava che questo incontro fosse l’occasione per farsi un selfie, come è successo con il tavolo per i rider. Noi non potevamo consentirlo. Serve innanzitutto rispetto per la categoria, senza quello ci sarebbe una sottomissione da parte nostra, ma noi non abbassiamo la testa davanti a nessuno», ha incalzat  Lorusso.

Tra gli interventi anche quello Ezio Cerasi, segretario del Sindacato Giornalisti Abruzzesi che si sofferma, in particolare, sul bavaglio ai cronisti rappresentato dal fenomeno sempre più preoccupante delle ‘querele temerarie’, ricordando le vicende di Primadanoi diretto da Alessandro Biancardi, che ha partecipato alla manifestazione, e del blog Maperò di Lilli Mandara.

Questa voce è stata pubblicata in Locale, Nazionale, news e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.