DOPO ACCORDO FIEG-GOOGLE VA TUTELATO LAVORO GIORNALISTICO

“L’accordo fra Fieg e Google rappresenta un passo decisivo verso l’innovazione delle aziende e dei prodotti editoriali e getta le basi per garantire informazione di qualità e tutelare il lavoro giornalistico, a prescindere dalle piattaforme. Questo processo non può però prescindere dalla valorizzazione del lavoro giornalistico e dalla lotta al precariato”. Così Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi, commentano la notizia del nuovo accordo tra il colosso di Mountain View e la Federazione degli editori.

“Il lavoro giornalistico in tutte le sue declinazioni – spiegano i vertici della Fnsi – non è una variabile indipendente, ma deve assumere un ruolo centrale. Investire nell’innovazione e nella qualità è essenziale, ma senza una chiara volontà di puntare sull’occupazione regolare, rendendo progressivamente marginali le forme di lavoro precario e atipico, c’è il rischio di indebolire tutto il sistema. L’allargamento della platea degli occupati e il rafforzamento dei diritti e delle tutele per tutti i giornalisti è un punto centrale del negoziato contrattuale: è auspicabile che gli editori sappiano e vogliano raccogliere la sfida. In caso contrario, ogni operazione si rivelerà di cortissimo respiro”.

Questa voce è stata pubblicata in Nazionale. Contrassegna il permalink.